Galleria fotografica (fotografie Santuario Montallegro)



Vai alla scheda (Percorso 2)

Video tour


Descrizione

Il santuario di Ns di Montallegro fu edificato dalla popolazione rapallese tra il 1557 e il 1558, dopo l'apparizione della Vergine Maria il 2 luglio 1557 al contadino Giovanni Chichizola.Nel corso dei secoli più volte si mise mano ad ampliamenti e rinnovi anche se, il primo e più sostanzioso ampliamento del santuario venne realizzato nel corso del 1640 con la collocazione dei nuovi altari laterali. Si raggiunsero le attuali dimensioni: 25 metri di lunghezza, 11 di larghezza e 12 di altezza. Nel 1772 fu ampliata la vicina foresteria, mentre nel 1867 ebbe luogo il rinnovamento artistico degli interni sotto la direzione del maestro Descalzo di Chiavari. Con l'intervento dell'architetto Pietro Delucchi si aggiunsero stucchi, lesene e capitelli. Il pittore rapallese Francesco Boero realizzò, invece, quattro affreschi nella volta riproducenti gli eventi principali legati al quadretto bizantino, mentre il genovese Nicolò Barabino si dedicò al grande affresco nel catino dell'abside raffigurante l'Apparizione di Nostra Signora di Montallegro al Chichizola. Nel 1882 l'architetto milanese Luigi Rovelli fu il progettista del nuovo altare maggiore, donato da Gianbattista Merello. Lo stesso Rovelli realizzò la nuova facciata in stile gotico lombardo (completata il 21 giugno 1896) e l'attiguo campanile cuspidato (alto 30 m) nel 1907. Nel 1946 otto campane presero posto nel campanile. Sempre a metà degli anni '50 fu eseguita la nuova e più ampia scalinata d'accesso al piazzale del santuario, restaurata nel 1982.
Per ulteriori approfondimenti:

Sagrato grandangolo